Cristina SosioLineaFacebookLineaPagina FacebookLineaBlogLineaYoutubeLineaBlog

Recensioni

2004 Mostra personale “Vergine Madre, figlia del tuo figlio, / umile e alta più che creatura, / termine fisso d’etterno consiglio...” a Villa Maria (Quiliano). Articolo Il Secolo XIX - 2 dicembre 2004

Recensione di Ferdinando Molteni

Cristina Sosio è una giovane e promettente pittrice che ha deciso di misurarsi con temi difficili. Prima l'impresa di riprodurre con straordinaria fedeltà il ritratto di Giulio II di Raffaello. Ora, una mostra impegnativa fin dal titolo dantesco: "Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile ed alta più che creatura, termine fisso d'etterno consiglio". La Sosio ama la figura e alla figura non sa rinunciare. Ama i volti, i corpi, gli sfondi che danno profondità e definiscono le immagini in primo piano. E', in una parola, classica. E in questo sta il suo essere se non innovativa comunque originale, difficilmente assimilabile agli altri artisti della sua generazione. Una scelta non facile, dunque, come tutte le scelte controcorrente, che tuttavia è apprezzata da un numero sempre maggiore di persone. La mostra è accompagnata da un testo critico di Franca Maria Ferraris, poetessa che trae spesso ispirazione dalla fede.

"Cristina Sosio - scriva la Ferraris - nel presentare queste immagini lancia una sfida al nostro tempo che spesso sembra volerle trascurare a favore di altre icone, di presa forse più immediata". Fino al 7 dicembre presso Villa Maria a Quiliano.

PrecedenteLineaSuccessiva

Torna alle Attività